La Zambelli Orvieto sbanca Reggio Emilia e torna a guidare la classifica

29 gennaio 2017

GRAMSCI REGGIO EMILIA – ZAMBELLI ORVIETO = 0-3

(18-25, 16-25, 16-25)

REGGIO EMILIA: Mambelli 7, Righelli 6, Fava 6, Baldoni 6, Vallicelli 2, Gozzi 1, Bici (L1), Paterlini 1, Agostini, Ditommaso. N.E. – Cirilli, Baroni, Rossi, Coriani (L2). All. Ivano Caffagni ed Alfredo Bizzarri.

ORVIETO: Guasti 15, Mezzasoma 10, Ubertini 9, Montani 7, Kotlar 6, Valpiani 1, Rocchi (L1), Deanesi, Serafini, Rumori (L2). N.E. – Ginanneschi, Donarelli, Vujevic. All. Matteo Solforati e Giuseppe Iannuzzi.

Arbitri: Stefano Bosio ed Alessandro Falavigna.

GRAMSCI (b.s. 6, v. 1, muri 6, errori 21).

ZAMBELLI (b.s. 4, v. 2, muri 10, errori 14).

REGGIO EMILIA – Dopo il giro di boa la Zambelli Orvieto ha ripreso il suo cammino in serie B1 femminile e lo ha fatto tornando alla vittoria in un campo non proprio agevole, confermando la sua condizione in crescita.

Hanno dato l’impressione di essere più convinte le tigri gialloverdi che negli ultimi tempi sono tornate sul mercato per cercare quei rinforzi che potessero innalzare il tasso tecnico e fornire alternative valide per il proprio sestetto.

Le nuove arrivate hanno avuto modo di esprimersi, mostrando le loro qualità e dando un fattivo contributo al dodicesimo successo stagionale, tre punti che fanno ritrovare la testa della classifica.

Si è dovuta arrendere la Gramsci Reggio Emilia che non si è accontentata di fare una semplice comparsa, ma ha cercato di trovare punti preziosi per la classifica, impegnata come è nella lotta per non retrocedere.

La marcia in più delle rupestri è stata la solita implacabile Alessandra Guasti che ha registrato la miglior performance in attacco con un ottimo 59% di efficienza offensiva, ma molto bene è andato anche il muro che ha raccolto dieci punti.

Il primo set è cominciato un po’ incerto e le padrone di casa sono riuscite a comandare sino all’11-10, qui Montani e Mezzasoma hanno cambiato passo (cinque punti a testa in apertura) ed hanno portato le umbre al vantaggio.

Dopo l’inversione dei campi è stata capitan Ubertini a spingere al comando le ospiti che hanno registrato il muro (sette ne sono andati a terra in questa frazione) scavando il solco (9-18). Le sostituzioni nelle file locali non hanno potuto sortire effetto

La terza frazione ha visto le rupestri cercare la fuga in due tempi, la prima accelerazione prodotta da Ubertini si è vista annullare sei lunghezze di gap (13-14), la seconda propiziata da Guasti si è verificata letale ed ha reso impossibile qualsiasi replica.

[caption id="attachment_1620" align="alignnone" width="2000"]

[/caption]

Classifica

Pos.  Squadra Punti
1 SAVALLESE MILLENIUM BRESCIA 75
2 UBI BANCA S.BERNARDO 74
3 LPM BAM MONDOVI 68
4 BATTISTELLI S.MARIGNANO 65
5 FENERA CHIERI 64
6 DELTA INFORMATICA TRENTINO 62
7 VOLLEY SOVERATO 58
8 ZAMBELLI ORVIETO 54
9 CLUB ITALIA CRAI 51
10 BARRICALLA COLLEGNO 51
11 CONAD OLIMPIA TEODORA50
12 P2P GIVOVA BARONISSI 37
13 GOLEM OLBIA 26
14 SORELLE RAMONDA IPAG 25
15 BARTOCCINI GIOIELLERIE 24
16 SIGEL MARSALA 24
17 GOLDEN TULIP VOLALTO 8

 

Ultimi Risultati

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi